Mese di Aprile

In questo mese celebriamo il Sabbat Beltane che celebra l’unione carnale e spirituale tra la Dea e il Dio. Tradizione molto antica, è attualmente ancora viva in vita in molti paesi. Indica il ritorno della passione e della fertilità nella vita umana e nella Natura

La luna piena del mese è chiamata  La Luna della Lepre e celebriamo in data 19 aprile

Il Sole è nel segno del Ariete fino al 20 aprile e dal 21 aprile entra nel segno del Toro

Gli Angeli regenti del mese di aprile favorscono agricoltura, l'arte, il commercio le comunicazioni , l'ndustria e i trasporti

 

Novità

 

previous arrow
next arrow
previous arrownext arrow
Slider

Gli Angeli

Angeli Custodi  dei nati nel mese di Aprile

 

 

previous arrow
next arrow
previous arrownext arrow
Slider

Oracoli

La Carta del mese

 

 

E’ il Carro dei trionfi, del progresso, dell’evoluzione. La vittoria proviene dalla fermezza dei propositi, dalla coerenza, dall’equilibrio.

La capacità di governare se stesso e gli eventi richiede discernimento e armonia. La riuscita nelle cose dipende da potenzialità personali, dalla capacità di rovesciare il negativo in positivo, da talento. Al negativo, esiste incapacità di vincere le situazioni, mancano la diplomazia e la capacità di ricercare un ambito equilibrio.

Nel Mondo Divino: La dominazione dello Spirito sugli elementi

Nel Mondo Intellettuale : Il sacerdozio e la regalità, o meglio la sintesi dei due nel Re e Sacerdote

Nel Mondo Fisico : La sottomissione degli elementi e della materia all’Intelligenza che li domina

 

 

Leggi di più

La Runa del mese

 

 

Nomi Alternativi: Manna, Madr, Mann, Madur

Corrispondenza Astrologica: Giove

Elemento: Aria

Significati:

Dritta: Il significato tradizionale è "uomo" nel senso del genere umano. E' lo stare con se stessi e capire se stessi il punto di cui tutte le altre relazioni possono svilupparsi. Allo stesso tempo questa Runa parla dei progenitori del genere umano e dell'eredità che noi tutti condividiamo. La chiave di Mannaz è la natura dell'indipendenza umana. Le persone che condividono un ambiente sono connesse e dipendono una dall'altra. Questa Runa simboleggia lo sforzo di cooperazione che le persone compiono per il raggiungimento di un bene comune. Spesso indica che potete ricevere collaborazione e buoni consigli riguardo al problema attuale, ma potrebbe anche indicare che siete troppo assorbiti dal problema attuale tanto di averlo ingigantito.

Leggi di più

Un po di Astrologia

Toro

Il Toro rappresenta la forza, il vigore, la virilità, le pulsioni selvagge e inconsce. Simbolo lunare nelle deferenti tradizioni, il toro è comunque anche una manifestazione della terra, della materialità, della solidità. Animale sacro, esso è l’emblema o l’aspetto sotto cui appaiono numerose divinità. Il toro evoca la loro potenza spirituale ma anche l’importanza dei loro poteri. Ad avere un particolare valore è sopratutto il toro bianco, poiché coniuga la potenza, dovuta alla sua massa imponente, e la purezza, dovuta al suo colore. Il toro bianco è il toro lunare per eccellenza, signore della terra e del cielo. Viene attribuito agli supremi o agli dei guerrieri.

Il toro è il signore, il capo, il re ed è per questo motivo che il confronto col toro, come lo si vede nella corrida, è la manifestazione del più grande eroismo. D’altronde, gli eroi famosi – Giasone, Eracle o Teseo – combattono contro tori favolosi. La prova alla quale vengono sottoposti non è soltanto di ordine fisico, ma riveste un significato psicologico. Vincendo, essi testimoniano il loro dominio sugli istinti, il controllo dei loro sensi e delle loro pulsioni.

Dioniso, dio greco del Vino, è talvolta raffigurato con una testa di toro, per simboleggiare la forza data dall’alcol che scioglie e fa cadere i freni inibitori, al punto da centuplicare l’energia fisica e psichica dell’uomo. In India, benché sia il Dio del Fuoco, Agni è chiamato “Toro delle acque” perché, secondo il Rig Veda, il sole nasce nell’acqua. Il toro bianco Nadin è allo stesso tempo la cavalcatura di Shiva e il guardiano della sua porta. Secondo la leggenda cosmogonica persiana, il primo animale del mondo era un toro bianco. Esso fu ucciso dal demone Angra Mainyu e il suo seme, purificato dalla Luna, delle via alla maggior parte delle specie animali e perfino ad alcune piante.

La sua impronta simbolica è attestata ancora una volta dal fatto che il toro è uno dei quattro animali che compongono la sfinge greca: il toro corrisponde alla forza fisica, il leone alla forza emotiva, l’aquila alla forza intellettuale e l’agnello alla forza spirituale. Le corrispondenze sono identiche per i quattro evangelisti; è san Luca che ha come simbolo il toro.

Gli Egizi davano ampio spazio al toro nel loro pantheon, considerandolo sia come l’incarnazione preferita della loro divinità – il toro Api, il toro Onuphis e il toto Bukhi sia come il loro animale sacro

Secondo segno zodiacale : 21 aprile – 20 maggio

Segno Fisso

Elemento : Terra

Sesso : Femminile

Venere in Domicilio

Luna in Esaltazione

Marte e Plutone in Esilio

Urano in Caduta

Metallo: Rame

Pietra : Agata

Numeri : 4, 6 e 11

Colore : Verde

Corpo : Collo, nuca e gola

Leggi di più

Venere

 

Simbolo : Bellezza. Attrazione affettiva e/o estetica. Unione, spartizione, comunicazione.

Funzioni psicologiche, tendenze, attitudini, capacità : Evoluzione attraverso il sentimento. Capacità di ricevere e dare. Modalità di seduzione. Tendenza a unirsi ed esprimere affetto. Tendenze artistiche.

Modalità di esperienza- circostanze, avvenimenti: Uscita dall’adolescenza. Relazione e contatti con la madre. Relazioni amorose o che creano gioia, piacere, affetti.

Funzioni biologiche e fisiologiche: Funzione renale, urinaria. Organi genitali interni della donna. Circolazione sanguigna

IL PIANETA VENERE governa i segni del Toro e della Bilancia. E’ il pianeta dell’amore e della bellezza.

Venere (Afrodite)

Prima stella del mattino che precede il sorgere del Sole, prima stella di sera che annuncia la nascita della Luna, Venere crea un legame tra maschile e femminile. E’ la Dea dell’amore e della bellezza. Esprime il richiamo dell’essere alla comunione affettiva o estetica, ma può tradurre anche la sua ricerca della sensibilità psicofisica: sono conosciti a tutti le avventure di Venere con Marte, Vulcano e tanti altri che hanno ceduto al suo fascino.

La posizione di Venere nel tema natale indica il modo in cui esprimiamo l’amore e la nostra affettività ed il modo in cui desideriamo essere ricambiati. Quando Venere si trova in segni d’acqua si ha soprattutto bisogno di un profondo coinvolgimento emotivo, in segni d’aria si desidera complicità e dialogo, in segni di terra si sentono maggiormente le responsabilità e si cerca la sicurezza, nei segni di fuoco, infine, è un rapporto passionale e dinamico quello che si vuole vivere. Venere rappresenta inoltre il tipo di esperienze che nutrono il nostro bisogno di intimità con gli altri e che ci aiutano a sentirci amati ed apprezzati. Venere mostra in che misura è presente in noi l’atteggiamento edonistico, il desiderio di vita comoda, la ricerca di un’atmosfera di armonia e di comfort, il senso estetico, la sensibilità artistica, il gusto del bello.

In un tema femminile la posizione di Venere ci dice in che modo esprimerà la propria femminilità e carica erotica, rappresenta il suo bisogno di essere desiderata e conquistata. In un tema maschile, invece, venere indica il tipo di donna che lo attrae, che accende i suoi desideri, il tipo di donna che soddisfa i suoi criteri di bellezza da un punto di vista estetico

 

 

Leggi di più..

Le Feste

 

Aprile - La Luna della Lepre

Luna piena il 19 aprile

 

Quando la Luna della Lepre raggiunge la pienezza nel cielo, concede alla Terra una fertilità illimitata. I prati e i campi inverdiscono di nuova vita. Nei giardini e nei campi i fiori sbocciano. Persino gli animali sono indaffarati. Il bisogno di riprodursi aumenta, perché è tempo per le loro famiglie di crescere e prosperare. La fertilità della Luna della Lepre cresce dentro di noi. Sentiamo il bisogno di essere produttivi, di portare al termine i progetti, e di eliminare gli ostacoli che ci impediscono di raggiungere i nostri obbiettivi. La sua potente energia ci chiede di coltivare e concimare il nostro giardino spirituale cosi come quello fisico. E, naturalmente, l’amore è nell’aria.

Leggi di più

Beltane

 

 

Beltane/Calendemaggio

30 aprile-1 maggio

Divinità : Pan e Cerridwen

Colori : i colori della primavera

 

Il Sabbat di Belatane celebra l’unione carnale e spirituale tra la Dea e il Dio. Tradizione molto antica, è attualmente ancora viva in vita in molti paesi. Indica il ritorno della passione e della fertilità nella vita umana e nella Natura.

Dopo il risveglio primaverile, i corpi e la Natura sono carichi di energia. Questo periodo è il momento ideale per sbocciare, fiorire e ottenere soddisfazione. Il Dio viene celebrato nel pieno della sua potenza e del suo vigore sessuale. Uno dei simboli principali è infatti il Palo di Maggio, un richiamo chiaramente fallico alla potenza maschile. Veniva eretto un altissimo palo intorno a quale si danzava in senso orario, seguendo il movimento del Sole. Il palo veniva celebrato tutto l’anno per poi essere tagliato e fatto a pezzi a Belatane per alimentare il nuovo fuoco. Durante questa giornata si ringraziano gli Dei per i doni e l’abbondanza, non dimenticando di condividerli con i nostri cari e con chi è meno fortunato di noi.

Questa ricorrenza segna il passaggio all’età adulta del giovane Dio. Lui e la Dea (madre/amante) si uniscono e generano l’abbondanza della natura. Il Dio e la Dea sono uniti, una sola cosa, due metà di un intero. Sono il duplice riflesso del potere che sta dietro l’universo e che non può essere separato.

Sabba importantissimo è la controparte di Calende. Inizia l’estate delle streghe, che celebrano l’amore. Il Dio feconda la Dea Terra e la Terra risponde fiorendo e regalandoci i suoi frutti. Di ciclo in ciclo, ad ogni giro di ruota, questo sabba è la celebrazione del maschile e del femminile e dell’unione per perpetuare la vita.

 

 

 

Rituale